La montagna è un ambiente molto affascinante, che a seconda delle stagioni cambia completamente veste, ma sa sempre essere ai primi posti dei desideri dei turisti per le proprie vacanze. La stagione invernale è la più gettonata per chi vuole sciare in montagna, soprattutto dopo le tipiche abbondanti nevicate, con la neve fresca a dettare le condizioni ottimali per divertirsi in tutta sicurezza. Nelle nostre montagne italiane ci sono piste per discesa di tutti i tipi e difficoltà, anche per poter praticare le discese con la tavola (snowboard) i percorsi per lo sci di fondo, e le piste facili per chi vuole imparare a sciare.




Durante una giornata tipo di sci in montagna, bisogna anzitutto comprare lo skipass, ovvero il biglietto di accesso agli impianti di risalita ed alle strutture sciistiche. A seconda del comprensorio ci sono vari prezzi e offerte, ma in genere bisogna dire che lo skipass è abbastanza costoso. Si può risparmiare qualcosa acquistandolo con limitazioni di territorio, oppure in genere dopo le 12 viene applicato un forte sconto. Chi ha già il proprio equipaggiamento può salire sulla cabinovia sci alla mano (o seggiovia / funivia con sci ai piedi), per iniziare con la prima discesa, mentre chi non possiede tutto il necessario deve necessariamente noleggiarlo nei vari punti di noleggio, in genere vicino agli impianti sciistici.




Di norma si scia per tutta la mattina, approfittando del migliore stato delle piste, per poi fermarsi a mangiare nel primo pomeriggio in un rifugio in quota o a valle. I rifugi sono attrezzati per fornire sia pasti tipici, sia pasti bilanciati per chi desidera rimanere leggero e continuare a sciare fino alla chiusura delle piste, in genere al tramonto. A valle invece ci sono ristoranti o baite per soddisfare ogni esigenza in termini di gusti, e soprattutto dove poter trovare un piatto caldo per scaldarsi dopo ore di sci.



sidebar2

SEGUICI SU FACEBOOK





METEO